Dorayaki

maggio 11, 2017

Il dorayaki (どら焼き?) è un tipo di dolce giapponese composto da due pancake, formati a partire dalla kasutera (un impasto simile al pan di spagna), e riempito al centro con l'anko, una salsa dolce rossastra ricavata dai fagioli azuki.

In origine il dorayaki aveva un solo strato; la forma attuale a due strati fu inventata nel 1914 da Ueno Usagiya. Attualmente, l'omonimo negozio (Usagiya, うさぎや), viene considerato il migliore in tutto il Giappone, e lo si può visitare all'indirizzo 1-10-10 Ueno (una sezione di Tokyo), Taito-Ku.
In giapponese dora significa "gong", e probabilmente la forma simile a quella dello strumento musicale ha dato origine al nome del dolce. La leggenda narra che un samurai di nome Benkei dimenticò il suo gong a casa di un contadino presso il quale si nascondeva, e che questi lo usò per preparare il primo dorayakidd, da cui, appunto, deriva il nome.
Sebbene la ricetta originale del ripieno preveda l'anko, ne esistono numerose varianti, ad esempio alla crema di castagne o al cioccolato.

Chi non ha mai guardato da bambino il cartone animato di Doraemon e la sua merenda quotidiana con Nobita e i suoi mitici Dorayaki farciti.


Ingredienti:

.1 uovo intero
. 3 cucchiai di zucchero semolato
 . 1 cucchiaino di miele
 , 1 cucchiaino di lievito per dolci sciolto in un dito d’acqua
.100 g di farina 00

 .crema di nocciole 
.latte q.b.
.un tocco di burro




Procedimento:

per comporre i nostri dorayaki,mettiamo in una ciotola l'uovo intero,con i tre cucchiai di zucchero e il miele;
iniziamo ad impastare con una frusta.

In un secondo momento aggiungiamo un cucchiaino di lievito per dolci sciolto in pochissima acqua e aggiungiamo al composto mescolando e infine aggiungiamo anche la farina.

Otterremo un composto lucido ma non troppo liquido a differenza dei pancakes.
Risulterà infatti più corposo e solido.


Se si fa fatica ad impastare possiamo leggermente bagnarlo con un pò di latte invece dell'acqua in modo che mantenga l'impasto il suo sapore dolce e per niente alterato.

Prendiamo poi una padella,fiamma moderata e una noce di burro fuso:
adagiamo un cucchiaio di impasto in padella ,noteremo che si espanderà come i pancakes da solo ma cuocerà un pò di più vista la maggiore lievitazione.


Gireremo i nostri dorayaki quando l'impasto mostrerà delle bollicine in superficie.
Lasciamo asciugare i nostri dorayaki su carta assorbente e farcire all'interno con crema di nocciole, yogurt,frutta, panna e via di seguito.


Io ho poi coronato in superficie con sciroppo d'acero e mandorle bianche per avere un giusto contrasto di dolcezza tra il cioccolato e lo sciroppo e un buon retrogusto dolce.


Ottimi a colazione e anche come spuntino pomeridiano.

#FoodergoinKitchen

You Might Also Like

0 Comments

Post più letti