Markus Food Experience

settembre 06, 2017


Prosegue il  mio viaggio culinario alla scoperta di posti nuovi e di sapori particolari.

Parlando di particolarità a tavola oggi vi racconterò di un posto unico,semplice ma di dettagli da cogliere attentamente:






Il Markus rappresenta il racconto di un sogno: la casa perfetta di Maurizio De Riggi. Il gioco di forme e contrasti, luci e ombre rappresentano una danza leggera di elementi diversi, un equilibrio perfetto tra cucina, arte, installazione e design. Si può definire quella del Markus un’esperienza 






un particolare gioco di luci-ombre caratterizza al meglio il locale,creando un ambiente intimo,profondo e unico.

Curato nei minimi dettagli e composto di elementi caratterizzanti ottocenteschi!



anche il bagno è un particolare posto anacronistico,di ritorno al passato richiamando alla memoria le buone vecchie abitudini di famiglia...




Maurizio De Riggi, classe 1987, inizia presto a familiarizzare con i fornelli: a dodici anni è già appassionato di cucina e trascorre la maggior parte del suo tempo ad osservare tutti i gesti volti a realizzare i piatti tipici della tradizione; acquisisce in breve tempo dimestichezza con gli utensili e le alchimie che nascono dall’unione fra elementi diversi e si ripromette di farne il suo mestiere. Una vera vocazione, che lo spinge a dare un taglio preciso ai propri studi e a frequentare l’istituto alberghiero “Russo” di Cicciano (NA).



arriviamo al pezzo forte del locale:
la stanza centrale del ristorante Markus in pieno stile ottocentesco;
uno spettacolo visivo,in cui cenare è un privilegio per gli occhi e per il palato che si appresta a condividere uno scenario unico dei piatti..

La filosofia del piatto è quella di stupire il commensale per la preparazione e per i colori..


uno stile retrò che diventa glamour


IN ESCLUSIVA IL MENU' DEGUSTATO:



Alici in tortiera:chips di alici,cremoso di pane cafone e polvere di menta



formaggio francese con mini panini ai semi di papavero,rustico alla napoletana e tarallini

complice mio nonno: san marzano ripieno di cremoso alle ostriche,mela annorca su ristretto di basilico sarnese  e terriccio di cereali.


zeppola san Pietro: ripiena ai frutti di mare e fagioli verdi con crema in superficie al mango







spaghetti 3.0: spaghetti felicetti in tre varietà massaggiati in olio evo di olive Potentine,fusi da cremoso di mango,aglio nero,spuma di bufala campana,crudo di fave vesuviane,e bozzetti di san marzano profumati al the verde.








filetto di maialino irpino con pesto di cappero Selargino e cremoso di zucchine,spuma di senape,yogurt greco e chips di Aglianico.



la Markerita:impasto di semola ,simile ad una pizza ma che pizza non è.


pasta frolla con crema pasticcera e menta,pallina al cioccolato fondente e cocco,tartufo al cacao.



Alla prossima #SocialTable
di gusto.

You Might Also Like

0 comentários

Blogspot più letti

Instagram