Un Pezzo di me

gennaio 11, 2018


Risposte e introspezione: molto spesso ricevo alcuni messaggi in Direct , o addirittura in paese di alcuni miei amici che mi dicono “Wow, sei diventato famoso” , “non ti dimenticare di me “,o anche qualcuno che mi dice “ stai dappertutto, come c***o fai?” Beh, chi mi conosce sa che sono dello Scorpione, un romantico di natura, compassionevole anche se a volte intollerante ma anche buono e soprattutto riservato: difendi ciò che ami e lascia sempre il beneficio del dubbio ❤️



  • In un anno e mezzo cosa è cambiato ? 

Praticamente tutto: nuove persone, nuovi amici, professionisti e una nuova realtà da affrontare: rendere reale una passione e non sentirsi deluso delle proprie aspettative! .

  • Prima di arrivare ad uno status quo così sereno come ho fatto?
Partiamo da qui:


A chiunque è capitato di cercare di realizzare un progetto che inizialmente appariva semplice e alla portata di tutti, ma poi all'atto pratico le difficoltà sono state maggiori del previsto. Situazioni di questo tipo se ne vivono in ogni ambiente e ad ogni età. Può capitare a scuola, al lavoro o in famiglia, resta il fatto che davanti ad un ostacolo inatteso sono in molti a gettare la spugna abbandonando tanti buoni propositi. Non ci sono segreti per la riuscita, l'unica cosa che ci vuole è molto impegno e tanta tenacia, infatti buona parte di questi ostacoli, se considerati uno per volta e valutati con attenzione, possono essere superati permettendo di giungere alla meta desiderata. Ma quando abbiamo davanti una persona cara che ha deciso di arrendersi, tocca a noi incitare e dare il buon esempio, a volte è sufficiente una frase detta al momento giusto perché tutto si risolva al meglio ripartendo con nuova forza verso una meta che si temeva di non poter più raggiungere.


Ho sofferto, ho pianto nei miei momenti più bui , ho dedicato tempo a chi non meritava, mi sono innamorato di chi non dovevo e cosa incredibile mi sono preso responsabilità lavorative più grandi di me,questo solo per dare felicità ai miei genitori. Cosa sbagliata. 

Un bel giorno poi,una improvvisa voglia di comunicare , di evadere; l’ università portata avanti a stento ( non per negligenza ) , eppure un fermento così tanto grande da poter far si che la mia passione (per il food) possa sentirsi viva, animata, reale.
. Io non faccio soltanto foto al cibo , non vado nei posti per non pagare, non mi faccio delle Instagram stories  per farmi guardare e cosa fondamentale non emergo per spavalderia: cerco di buttare fuori tutta quella sofferenza , che spesso e soprattutto ho represso per farmi forza , perché così era giusto, perché così si diventa forti, perché così si è coscienti di quel che si vuole essere e ci si impegna per diventarlo; 
Io ho scelto di comunicare :
 attraverso una foto voglio riporre pezzi della mia anima cosicché un domani potrò raccontare di me, di cosa ho fatto , di chi ho amato e soprattutto mi auguro di poter Urlare in un posto tutto mio che cucinare per me è di vitale importanza.
.
La mia parola del 2018 è: Comunicazione♥️







Per chi non lo sapesse , la mia vita è diventata anche questa , il raccontare storie di vita attraverso il cibo, il sorseggio di un buon calice di vino e soprattutto nell’atto conviviale di condividere a tavola ogni singolo istante.
Tanti cambiamenti in arrivo e tanti progetti che non vedo l’ora di condividere con tutti voi♥️
Ps: un grazie a tutti i miei amici che vedono in me una luce nuova e diversa.

Love u for ever 🎉🎉🎉


 Credo nelle emozioni che di notte non mi fanno dormire e mi donano ogni giorno un sorriso migliore.😊

You Might Also Like

0 comentários

Blogspot più letti

Instagram