Al San Cristoforo

marzo 04, 2018



Il San Cristoforo:

Il San Cristoforo di Ercolano, accoglie ristora ed effonde energia uno splendido complesso turistico sorto tra il verde lussureggiante di circa 150 varietà di piante e rivoli d'acqua.
Uno scenario,dunque fiabesco e surreale che crea stupore e infonde ammirazione in chi ha la fortuna di poterlo visitare.


La filosofia ideativa, fonde l'anima tradizionale a slanci moderni in un  progetto attraente e coinvolgente,dove il design ispirato da incisive sapienze di arte e cultura rendono protagoniste luce,colore e forma.

________________________________________________________________

Il Concept Food:


L'impostazione del menù costituisce uno degli elementi identificativi del progetto: un menù particolare ed esclusivo,la cui chiave di lettura è nel concetto ispiratore dell'executive Chef Antonio Tecchia;
eccellente materia prima,sapori veritieri,eleganza nel gusto per un grande viaggo gastronomico che ripropone  giochi cromatici e armonie emozionali.
________________________________________________________________

Face to Face:
(Aperitivo in  punta di dita)
























________________________________________

Per Iniziare:

Il pane:


 



Volevo essere una Nizzarda:

  • triglia in camicia di guanciale,schiacciata di fave e le sue cimette,croccante spinacino e chutney di pomodoro.
In abbinamento: Oltrenero Brut ed Oltrenero Cruasè.

Quasi a metà:
Cacio e pepe,ostriche e lime..il riso


  • risotto cacio e pepe con ostriche e lime

  • Pasta mista "Pastificio dei Campi" con piselli e pancetta affumicata,schiuma di provolone del monaco,fermentato limone del nostro orto,battuto di mazzancolle.
In abbinamento Opimio Pinot Bianco

Continuando:

  • Middine del mar nostro laccato al teriaky su pop corn e insalatina di puntarelle.
In abbinamento: Ca' Bolani Sauvignon


E per Finire...
Il dol...c'è
(predessert)
















Dessert:                                                                                 








___________________________________________________________________________________






"A colui che bussa alla porta non si domanda: “Chi sei? Gli si dice: “Siediti e mangia”
_________________________________________
Per info visita il sito: http://www.ilsancristoforo.it/
_________________________________________


La golosità ha sull’amore mille vantaggi. Ma il più importante è che, mentre bisogna essere in due per abbandonarsi all’amore, si può praticare la golosità da soli, anche se l’abate Morellet ha detto: “Per mangiare un tacchino al tartufo bisogna essere in due: il tacchino e se stessi”.

(Guy de Maupassant)

You Might Also Like

0 comentários

Blogspot più letti

Instagram