Crème brûlée

gennaio 15, 2018

La prima ricetta documentata di crème brûlée risale a un libro di cucina francese del 1691[3]. Nonostante il nome, pare che sia d'origine inglese, un vecchio nome per la ricetta essendo «crema inglese» (crème anglaise). In inglese questo dolce si chiama burnt cream, cioè «crema bruciata». 

In Inghilterra questo dolce ha un'associazione forte e tradizionale con il Trinity College di Cambridge dove fin dal 1879 vige l'usanza di preparare la crème brûlée imprimendo lo stemma della scuola nella sua parte superiore con l'ausilio di un apposito ferro arroventato.

La principale differenza fra la crema catalana e la crème brûlée sta ne fatto che, mentre la prima viene preparata sul fornello, la crème brûlée va fatta cuocere in forno a bagnomaria. Inoltre nella preparazione della crema catalana non è previsto l'uso della panna, bensì del latte intero con percentuale grassa del 3,5%.



       INGREDIENTI:
  • 8 tuorli
  • 500 ml di panna fresca dolce
  • 125 ml di latte (anche scremato)
  • 130 g di zucchero semolato (più quello per la superficie)
  • 1 bacello di vaniglia (o anche vanillina)


Procedimento:


  • Iniziate con l'accendere il forno ad una temperatura di 180 gradi;
in un tegame mettere in ebollizione il latte, la panna e la vaniglia (o anche la vanillina in alternativa).

  • Nel frattempo lavorate i tuorli d'uovo con lo zucchero , raccomandando di mescolare con un cucchiaio di legno e molto delicatamente.
         Il composto,difatti, non dovrà essere una schiuma bensì denso quasi quanto una tazza              di cioccolato caldo.

  • Appena il latte sarà in ebollizione,versare il composto a filo nella ciotola dei tuorli,aiutandovi con un passino per evitare dei grumi nel latte,e mescolare fin quando l'intero composto non sarà dorato e omogeneo.



  • A questo punto è fatta:
  riempire nelle terrine il composto e cuocerle a bagnomaria in forno per circa 55/60 min.
 N.B. riempire una teglia di acqua di altezza circa un terzo, dell'altezza delle terrine per una       cottura omogenea.

  • Una volta pronte,lasciatele raffreddare e non dimenticate in superficie una spruzzata di zucchero e potrete servire il vostro dessert per cena, o di domenica per l'ora del tea,davanti al calore di un camino acceso.
_________________________________________________________________


#FoodergoinKitchen

You Might Also Like

0 comentários

Blogspot più letti

Instagram